UNA MIRIADE RUTILANTE DI ARGOMENTI…

Io e la Parabolica (o soprelevata, così accontento tutti)

Oggi è una di quelle giornate delle quali puoi parlare per ore o per niente. Il problema è che mentre ti godi il bel tempo di una giornata festiva (per gli altri perché io lavoro…), vieni stimolato da tantissimi argomenti e questi si accumulano, al punto che ti dimentichi i precedenti e poi i successivi. Per questo il passaggio da tanti a zero è molto più facile di quanto si pensi. Oggi il giro ha visto un Parco di Monza più affollato di quanto abbia mai visto in precedenza: fortunatamente è talmente grande che la cosa non pesa più di tanto. Anche zone non frequentatissime come il Golf e la zona vicina oggi vedevano tante persone e non solo i runners e i ciclisti che anche durante il brutto tempo più brutto e il caldo più caldo ci sono sempre, ma anche famiglie con bimbi, cani, entrambi, poi coppie giovanissime e meno giovani… Allora io e Mou ci siamo esibiti in sentieri meno battuti, addirittura scoprendone di nuovi (per me), ritrovandoci a ridosso di un punto della pista che non conoscevo e in quel momento passavano alcune auto che stavano girando sul tracciato. La più scarsa avrebbe potuto ripianare il mio mutuo di casa e avanzarmi qualche soldino per togliermi degli sfizi…

Una delle auto che stavano girando in pista

Gira che ti rigira poi ci siamo trovati dove la nuova pista s’incrocia con il vecchio anello, dove c’era parecchia gente a piedi e in bicicletta e da lì rientrati in una stradina che riattraversava il golf, dove c’era una gara in corso. Il tutto passando da zone in ombra ad altre assolate, dall’asfalto allo sterrato e dall’erba rasata a tratti a “giungla”… e punti in cui erano accumulati resti della tromba d’aria che spazzò pochi anni fa oltre 500 alberi in tutto il parco di Monza

La cosa particolare di queste note, se ci fate caso, è che sono partito con l’idea di fare considerazioni sensate, e invece sto raccontando l’esistente… come un telecronista scarso…
Devo prendere l’abitudine di scrivere o dettare le cose quando mi vengono in mente e non lasciarle passare.
Vabbè, buon primo Maggio.

Un commento su “UNA MIRIADE RUTILANTE DI ARGOMENTI…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.