luci a s.siro…

la nevicata dell’85

A volte una canzone ascoltata per caso, da una radio, da un vecchio iPod, da una finestra, rimette in moto quel meccanismo terribile/meraviglioso dei ricordi. E ti ricordi da dove vieni, le tue origini, il tuo passato, il bello e il brutto e quando. E come ti senti bene quando ti trovi in certi posti e come questo ti faccia sentire male, perché i posti sono cambiati e la gente spesso non è più la stessa. Io sono nato a Milano, con origini lombarde, toscane e emiliane. Un mix che non mi dispiace, che mi ha aiutato ad affrontare una vita che sinora è stata (come tante) fortunata in una buona parte, tosta da affrontare in altri momenti. Una miscellanea per la quale devo ringraziare dei genitori meravigliosi, che mi hanno insegnato ad affrontare le cose nel modo giusto: sdrammatizzando quando è il caso, ma affrontandole comunque. Pensando che dietro ogni problema c’è un lato poco serio… Sotto un completo firmato c’è sempre qualcuno in mutande. Poi l’importanza di quello che ti possono comunicare i ricordi, quindi farne tesoro, usarli come base per costruire il resto della tua vita. Oggi filosofia spicciola a manetta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.